sito web ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE  'Einstein - De Lorenzo'  POTENZA - Via Sicilia, 4  - 85100 Potenza - www.itigeopz.edu.it
  in connessione: 2
  totale visitatori: 5159605

SI RACCOMANDA AL PERSONALE DELLA SCUOLA DI VISIONARE QUOTIDIANAMENTE IL SITO PER GLI AVVISI DI PERTINENZA     -

sabato  
19 giugno 2021  

     

 
 Home
Contatti e Recapiti
La ns. Piattaforma Didattica
Webmail Aruba
 
 
 Info Generali
Il Consiglio d'Istituto
Il Dirigente Scolastico
Il corpo docente
Il personale ATA
Giornale d'istituto
Contatti e recapiti
Elenco Siti Tematici
 
 
 EVENTI

 
 
 Progetto Premio Asimov

 
 
 Progetto SERVICE
''Scuola - Rotary Torre Guevara''
 
 
 PON 2014-2020

LABORATORI PROFESSIONALIZZANTI
SMART CLASS
Sussidi Didattici
Apprendimento e socialità - avviso 9707
Laboratori FESR B1
Laboratori FESR B2
Laboratori FSC B1
Laboratori FSC B2
Pon Inclusione sociale e Lotta al disagio
Percorsi per adulti e giovani adulti
Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro
Ambienti digitali
Rete LAN-WLAN
 
 
 Progetto didattico Unesco

La rete delle scuole Unesco
 
 
 Area dirigente
 
 
 Area docenti
 
 
 Area ATA
 
 
 Scuolanext

 
 
 Pago online

Istruzione per le famiglie
 
 
 Test Center ECDL
Avvisi
 
 
 Attività Sportive
Avvisi e informazioni
 
 
 SEDE via SICILIA
I docenti
Galleria fotografica
 
 
 SEDE via R.DANZI
I docenti
Galleria fotografica
 
 
 I volti del Novecento

Il progetto
Calendario 2ª annualità
Documenti e articoli
 
 
 Alternanza Scuola-Lavoro
Info e comunicazioni
Lavori prodotti
 
 
 Orientamento in uscita

Informazioni e comunicazioni
 
 
 ERASMUS +
Web 2.0 tools in education
Hands ON Minds ON
E-Commerce For START-UPS
Self Trust in using Technology
Human Eco-Friendly low level energy
 
 

Il giornale d'istituto...



sommario





Il protagonista del film



pubblicato da
PORRETTI Maria Grazia
(A012 - Discipline letterarie negli istituti di istr 
23/05/2018 21:25:08

E ORA…. RIFLETTIAMO INSIEME SULLE CONDIZIONI DI LAVORO DI IERI, OGGI E DOMANI

Il giorno 17/05/2018 abbiamo partecipato ad un evento tenutosi presso il teatro Stabile di Potenza e che riguardava la XXIII edizione Trend: Abaco per le Generazioni.
Gli organizzatori dell'evento ci hanno invitati alla visione del film " 12 anni schiavo" per farci riflettere e discutere sul tema della condizione dell’uomo nel campo lavorativo. E’ un film tratto dall' autobiografia di Solomon Northup e narra la sua storia ambientata negli anni che hanno preceduto la guerra civile americana (1861-1865). Solomon è un musicista nero, libero che viene rapito e venduto come schiavo. Il suo padrone gli cambia anche il nome in Plet e non mostra un briciolo di pietà, rancore o dispiacere nel maltrattare i suoi uomini, considerandoli solo come "schiavi". L'incontro con un abolizionista canadese, dopo dodici anni, cambierà per sempre la sua vita, ridandogli la vera identità.
E' un film molto toccante e profondo che prima di farci parlare, ci ha portati a fare delle riflessioni sul fatto che la vita di un lavoratore non è sempre stata tutelata e che l'interesse economico personale, spesso, ha prevalso sull’importanza dell’essere umano (Volpicella, Ricotta e Roberto).
Non possiamo nascondere che al giorno d'oggi ci sono ancora molte persone, soprattutto extra-comunitari che in balìa della disperazione, accettano penose condizioni di lavoro (Marsico e Fornarino).
Dal film possiamo apprendere che la libertà non è scontata, anzi ci sono stati uomini che hanno lottato, sofferto e perso la propria vita per arrivare a questo traguardo (Sapienza).
Esistono ancora oggi delle pseudo-schiavitù, lavori forzati, prestazioni professionali svolte non volontariamente o dietro compensi molto inferiori rispetto al valore dell'impegno che il lavoratore mette in atto (Padula e Sapienza).
Nel mondo del lavoro, l'operaio è sempre stato il mezzo di guadagno del grande proprietario e non ha mai ricevuto il compenso adeguato. Vi sono lavoratori che nelle fabbriche lavorano anche più del dovuto ma che a stento, con il salario che guadagnano, riescono ad arrivare a fine mese. Altri esempi di sfruttamento a noi molto vicini sono le situazioni di ragazzi di colore che, pur di ricevere una ricompensa, sono disposti a compiere lavori che noi non ci sogneremmo mai di fare, come il lavoro delle piantagioni. E' inaccettabile quello che è accaduto nel passato: sfruttare le persone di un altro colore di pelle, trattarle in pessime e orrende condizioni, senza concedere loro nemmeno un compenso, considerate come schiavi, o meglio come oggetti (La Torre).
Ogni persona dovrebbe essere libera e padrona della propria vita perchè essa non ha un prezzo e non va venduta (Maggi e Galoppante).
Tutto ciò che ci ha preceduti, a tal riguardo, è un qualcosa di inspiegabile perchè è da considerarsi ai limiti dell'umanità privare l'essere umano della propria libertà (Ferrara).
Tutte le persone, senza distinzione di sesso, religione, colore di pelle e culture devono avere gli stessi diritti, per questo motivo ancora si lotta e si organizzano manifestazioni con lo scopo di eliminare il razzismo, una piaga sociale che finora non è stata ancora sconfitta (Pace T. e Di Mare).
Ci sono valori più importanti che il lavoro tende a farci trascurare come la famiglia, gli affetti personali, la bellezza della vita e purtroppo vediamo gente emigrare dalla disperazione pur di racimolare denaro per mantenere la propria famiglia. Molti emigrano allontanandosi anche di molti chilometri dalla propria casa per fuggire dalla povertà non sapendo di andare incontro alla violazione della propria libertà (Colangelo e Filippi).
Il film ci insegna a inseguire i nostri sogni, a non arrenderci mai e a conservare sempre la speranza dentro di noi puntando sempre al massimo delle nostre aspettative (Lopardo).
Classe 4 A Meccanica







A stretto contatto con la STORIA



pubblicato da
MANCUSI Domenica
(A012 - Discipline letterarie negli istituti di istruzion 
12/05/2018 17:15:42

Historia magistra vitae

Historia magistra vitae
VISITA AL MAUSOLEO DELLE FOSSE ARDEATINE
Trasferta a Roma per 5A e 5E. I ragazzi visitano il mausoleo e ricordano le vittime dell’eccidio del 24 marzo 1944.

Il 27 aprile scorso gli alunni delle classi 5A e 5E, intorno alle 6.00 del mattino, sono partiti per Roma alla volta delle Fosse Ardeatine. Dopo cinque ore di viaggio e si giunge a destinazione. Ad aspettarli trovano il Tenente Colonnello dell’esercito italiano, nonchè il responsabile dell’intero mausoleo, che li accoglie e li fa disporre in modo tale da poter parlare con tutti. Dopo avergli dato il benvenuto, avergli spiegato dove si trovavano e l’importanza del luogo, fa ai ragazzi una spiegazione storica dettagliata degli avvenimenti e delle vicende che portarono i tedeschi, guidati dal Colonnello Kappler, a compiere quel folle assassinio. Conclusa la spiegazione, il Tenente Colonnello accompagna i ragazzi all’interno del mausoleo facendogli fare lo stesso percorso che fecero le povere vittime settantaquattro anni prima, portandoli fino al punto esatto dove vennero uccise. I ragazzi restano increduli e visibilmente provati da quello che stanno vedendo e, in un rispettoso silenzio, continuano la visita verso il cimitero del mausoleo. Lì trovano le 335 tombe delle vittime, messe in fila e numerate secondo l’ordine di ritrovamento dei corpi. Gli alunni percorrono tutto il cimitero, soffermandosi su ogni singola tomba, rispettando il valore e la memoria di quel luogo. Finita la visita sotterranea, il Tenente Colonnello porta i ragazzi nel piccolo Museo dei Cimeli, dedicato esclusivamente all’eccidio. All’interno di esso vi sono documenti, oggetti e testimonianze di quel periodo, che vengono mostrati e illustrati ai ragazzi.

Questa uscita a Roma, organizzata dalle docenti di Storia delle due sezioni, ha avuto lo scopo di permettere ai ragazzi di vedere con i propri occhi e di toccare con mano una delle tragedie umane che hanno caratterizzato l’intera società,durante il secondo conflitto mondiale, tutto questo solo pochi decenni fa.
Sensibilizzare i giovani, renderli umili davanti a tragedie del genere è fondamentale se si vuole trasmettere l’importanza del ricordo e della memoria di questi tragici eventi. La nostra storia ci insegna a vivere “liberi” di guardare a un futuro senza più guerre e stragi di questo genere.
Antonio Tempone
Classe V sez. E-ITIS





 

<--indietro  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18  19  20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121  avanti--> ]

 
 radioitigeo.it

 
 
 Orientamento in entrata

Iscrizioni A.S. 2021-22
 
 
 Amministrazione Trasparente
Fino al 22/01/2020
Dal 23/01/2020
Piano Triennale Prevenzione Corruzione
Criteri Valorizzazione Docenti
Codice di Comportamento
Codice Disciplinare
Graduatorie d'Istituto
 
 
 ALBO
Albo Pretorio
Albo Istituto
Esami di Stato
Privacy
Sicurezza nella scuola
Avvisi e circolari
Albo Sindacale
Delibere Organi Collegiali
Modulistica
 
 
 COVID 19
Normativa COVID 19
 
 
 PTOF E REGOLAMENTI
Atto di indirizzo 20/21-20/22
PTOF e PdM 2020/21
NAVIGA IL PTOF
Curricolo di Istituto
RAV 2019-2022
CARTA DEI SERVIZI
Regolamento di Ist. con DDI
Nuovo reg. attività negoziali
DPR 62/2013
PTTI PianoTriennaleTrasparenza
Regolamento Albo Pretorio
Regolamento viaggi di istruzio
PTOF 2019 2020
Patto di corresponsabilità
Piano Annuale per l'Inclusione
Reg. OO.CC. in mod. telematica
 
 
 Rendicontazione Sociale
Rendicontazione sociale
Risultati legati all'autovalut
Obiettivi formativi
 
 
 VALORIZZAZIONE MERITO DOCENTI

icona

ASSEGNAZIONE BONUS
 
 
 La buona SCUOLA

Dirette e Social
Il rapporto
I dibattiti
Campagna di ascolto
 
 
 Didattica
INVALSI
Siti di interesse didattico
I libri di testo
 
 
 Biblioteca

 
 
 Varie
Assicurazione
Le News
 
 
 Spazio Studenti
Discussioni, idee... e altro
Spazio rappresentanti
 
 
 ATTIVITÀ DELL'IIS
Anno scolastico 2020/21
Anno scolastico 2019/20
Anno scolastico 2018/19
Anno Scolastico 2017/18
Anni scolastici precedenti
 
 
 Museo della Comunicazione

 
 
 Progetto: ebrei internati in Basilicata

 
 





Privacy         Note Legali         Accessibilità  Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!

  tel. 0971.444489  fax 0971.444489    C.F.: 96068000767
Codice meccanografico: PZIS022008    Codice Univoco per fatturazione: UFHM9R
email: pzis022008@istruzione.it     email certificata: pzis022008@pec.istruzione.it

Home | Area DS | Area studenti | Area genitori | Area docenti | Area ATA |Amministratore

 © Copyright 2015 InteractiveSchool 

Interactive School è un marchio registrato by Rocco De Stefano