sito web ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE  'Einstein - De Lorenzo'  POTENZA - Via Sicilia, 4  - 85100 Potenza - www.itigeopz.edu.it
  in connessione: 2
  totale visitatori: 5159650

SI RACCOMANDA AL PERSONALE DELLA SCUOLA DI VISIONARE QUOTIDIANAMENTE IL SITO PER GLI AVVISI DI PERTINENZA     -

sabato  
19 giugno 2021  

     

 
 Home
Contatti e Recapiti
La ns. Piattaforma Didattica
Webmail Aruba
 
 
 Info Generali
Il Consiglio d'Istituto
Il Dirigente Scolastico
Il corpo docente
Il personale ATA
Giornale d'istituto
Contatti e recapiti
Elenco Siti Tematici
 
 
 EVENTI

 
 
 Progetto Premio Asimov

 
 
 Progetto SERVICE
''Scuola - Rotary Torre Guevara''
 
 
 PON 2014-2020

LABORATORI PROFESSIONALIZZANTI
SMART CLASS
Sussidi Didattici
Apprendimento e socialità - avviso 9707
Laboratori FESR B1
Laboratori FESR B2
Laboratori FSC B1
Laboratori FSC B2
Pon Inclusione sociale e Lotta al disagio
Percorsi per adulti e giovani adulti
Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro
Ambienti digitali
Rete LAN-WLAN
 
 
 Progetto didattico Unesco

La rete delle scuole Unesco
 
 
 Area dirigente
 
 
 Area docenti
 
 
 Area ATA
 
 
 Scuolanext

 
 
 Pago online

Istruzione per le famiglie
 
 
 Test Center ECDL
Avvisi
 
 
 Attività Sportive
Avvisi e informazioni
 
 
 SEDE via SICILIA
I docenti
Galleria fotografica
 
 
 SEDE via R.DANZI
I docenti
Galleria fotografica
 
 
 I volti del Novecento

Il progetto
Calendario 2ª annualità
Documenti e articoli
 
 
 Alternanza Scuola-Lavoro
Info e comunicazioni
Lavori prodotti
 
 
 Orientamento in uscita

Informazioni e comunicazioni
 
 
 ERASMUS +
Web 2.0 tools in education
Hands ON Minds ON
E-Commerce For START-UPS
Self Trust in using Technology
Human Eco-Friendly low level energy
 
 

Il giornale d'istituto...



sommario





“Per me la pace è…”



pubblicato da
CORBO Antonio
(C270 - LABORATORIO DI ELETTROTECNICA) 
20/10/2015 14:40:59

OGNI SCUOLA UN GRANDE LABORATORIO DI PACE

Oggi 20 Ottobre 2015 presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Einstein - De Lorenzo” Potenza alle ore 10,00 si è svolta la premiazione dei lavori elaborati nell'ambito della Campagna Scuole realizzata nell'anno scolastico 2014-2015 per sensibilizzare gli studenti delle scuole lucane sui temi del rispetto dei diritti umani e dell'accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo.
Nel corso della manifestazione è stato consegnato il primo premio agli allievi: Ilenia Izzo, Manuel Pasquetti, Francesco Mecca, Mattia Martinelli, Guido Ferrario, Lucia Valluzzi e Samantha Pace per il racconto illustrato dal titolo “Laila Jo”; il secondo premio è stato consegnato all'allievo Fausto Marcogiuseppe per un elaborato grafico originale.
È stato poi rilasciato un attestato agli allievi che hanno partecipato in modo attivo al progetto promosso dalla Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata “La scuola per la Pace”.
E’ stato inoltre presentato il Bilancio Sociale della Fondazione per l'anno 2014 che descrive le attività di accoglienza tutela e integrazione realizzate dalla Fondazione, esplicita le attività di comunicazione e fundraising messe in campo e sintetizza le molteplici attività di sensibilizzazione organizzate durante lo scorso anno nelle scuole superiori lucane che hanno visto la partecipazione di oltre duemila studenti.
Il Bilancio Sociale contiene nello specifico anche i migliori lavori prodotti dall'Istituto “Einstein – De Lorenzo” Potenza e la metodologia utilizzata con la supervisione del Dirigente Scolastico Prof.ssa Giovanna Sardone, dal referente Prof.ssa Maria Sara Coriglione, dal coordinatore Prof.ssa Anna Saviano insieme ai proff. prof Corbo Antonio (commissione solidarietà ) -
prof. Crocetto Maria Teresa (referente DSA) prof. Lebotti Mariangela (Commissione Qualità) prof. Quaratino Anna –(referente gruppo H) e i proff. coordinatori di progetto premiati :Amura-Ferrara- Giacummo-Mancusi-Pace- Saviano- Sibilani - Spera- Ramunno - De Carlo- Giacomino- Manieri-.
Il Progetto “ La scuola per la Pace” è uno strumento per accrescere la qualità dell’offerta formativa dell’I.I.S. “Einstein De Lorenzo” investendo sul protagonismo degli studenti e la loro educazione all’azione per la pace, la fraternità e il dialogo. Concretamente, il Programma propone di realizzare a scuola un laboratorio di pace e di condividerne i risultati. Nel contesto attuale, particolarmente frammentato, multi-identitario e conflittuale, fare la pace mediante l’educazione è diventato quanto mai necessario ed urgente afferma la D.S. Prof.ssa Giovanna Sardone. Tutte le sfide cruciali che dobbiamo affrontare (migrazioni, guerre, cambiamento climatico, impoverimento,…) richiedono una crescente consapevolezza e la disponibilità, sollecitata con forza da Papa Francesco con l’Enciclica “Laudato Si”, ad assumere nuovi atteggiamenti e stili di vita.
In questo processo la nostra scuola afferma la Preside Sardone deve divenire sempre di più un punto di riferimento positivo per l’intera comunità.
Quando i bambini e le loro famiglie sono costretti a fuggire dai Paesi dove sono nati spesso non vedono riconosciuti i loro diritti fondamentali. Per questo la fondazione mette a disposizione le proprie competenze per accoglierli e favorirne l'integrazione. Perché ognuno, anche chi arriva da lontano, ha diritto di vivere in un ambiente sereno dove realizzare i propri sogni”( Betty Williams Presidente della Fondazione e premio Nobel per la Pace).
La fondazione città della Pace per i bambini in Basilicata lavora costantemente per garantire l'accoglienza, la tutela e l'integrazione dei richiedenti asilo e dei rifugiati, anche attraverso azioni di informazione e di promozione della cittadinanza attiva.
Obiettivi principali del progetto
Il progetto è orientato a
• informare sui diritti umani e sulle tematiche dei rifugiati
• offrire l'opportunità di riflettere sul valore dell'ospitalità, della giustizia e della partecipazione valorizzando le diversità presenti nelle scuole
• promuovere l'interazione e l'integrazione attraverso la conoscenza della nostra e delle altre culture
• sensibilizzare ed educare alla pace
• educare all'intercultura
• sviluppare capacità organizzative
• favorire il lavoro di squadra
Obiettivi secondari del progetto
• aderire ad una rete di scuole locali
• sviluppare una rete di rapporti con le associazioni e gli enti locali del territorio
• aderire al progetto della fondazione internazionale Città della pace
• candidare il nostro progetto “La scuola per la pace” per diventare scuola associata UNESCO -Italia
• promuovere e divulgare le attività dell'Istituto “Einstein-De Lorenzo” attraverso la pagina facebook della fondazione
• favorire la comunicazione e il dialogo in lingua inglese
Gli studenti del biennio e del triennio dell'Istituto “Einstein -De Lorenzo”di Potenza coinvolti nella nella seconda edizione 2014/2015: 16 classi I e II, con i proff. di italiano e inglese hanno elaborato con. metodologie didattiche innovative e laboratoriali(cooperative learning) elaborati cartacei e multimediali in lingua italiano e inglese assemblati dal referente in due power point , presentati agli allievi delle prime classi.
I testi , le poesie, i file multimediali ...sono stati orientati a raggiungere e a sviluppare il pensiero della Presidente della fondazione Betty Williams.
Questo progetto è in linea con la “Mission” della Dirigente prof.ssa Giovanna Sardone.....il nostro Istituto prepara i nostri allievi ad essere tecnici specializzati, ma soprattutto li educa ad essere cittadini responsabili e consapevoli. Tutti i docenti hanno lavorato con spirito di servizio gratuito e volontario.
“Grazie a tutti ....ma soprattutto a voi ragazzi... siete il nostro Futuro ...e ricordate
che le immagini che oggi sono state presentate sono le sintesi di una vera tragedia che giornalmente si sta consumando nel Mediterraneo e nelle nostre terre...Sono uomini, donne e bambini costretti a scappare dalle loro terre e molti muoiono in questi viaggi della speranza .... Sono i nostri fratelli....” ha concluso la referente del progetto prof.ssa Maria Sara Coriglione con un tono malinconico….
Stringiamoci attorno ai milioni di persone che in tutto il mondo stanno soffrendo l’impatto devastante della violenza, della miseria e della guerra, dedichiamo loro un minuto di silenzio, un pensiero, una riflessione, scambiamoci idee e progetti per capire cosa sta succedendo, per aiutarli e sostenerli. Ne possiamo parlare in classe: invitando tutti gli
studenti a scrivere una breve riflessione sulla pace (Tema: “Per me la pace è…”) in modo da far emergere le idee di ciascuno all’inizio dell’anno scolastico (prima dell’avvio della formazione); sollecitando il coinvolgimento, la partecipazione attiva degli studenti nella definizione delle attività da realizzare nel corso dell’anno.







Successo ai fini dell''orientamento in entrata



pubblicato da
CORBO Antonio
(C270 - LABORATORIO DI ELETTROTECNICA) 
12/10/2015 07:35:25

Successo Weekend in Fiera

Si è concluso con gran successo di orientamento e di promozione per il nostro Istituto Scolastico “I.I.S. Einstein - De Lorenzo” di Potenza la XIX edizione della “Expo Radio e Informatica”,c/o Basilicata Fiere (area industriale di Tito) avvenuta nei giorni: 9-10-11 ottobre 2015 voluto fortemente dalla nostra Dirigente Scolastica Prof.ssa Giovanna Sardone costruttrice quotidiana di valori educativi e sociali, nonchè rafforzatrice di innovazione sempre per il nostro Istituto Scolastico.
Il nostro Istituto ha partecipato all’evento fieristico, dedicato all’elettronica, alle telecomunicazioni ed all’informatica e,
vista la specifica vocazione didattica dei nostri corsi di studio, alla nostra scuola è stato riservato uno ampio stand, per offrirci l’opportunità di mostrare ai visitatori il prodotto delle nostre attività inerenti al tema. "Expo Radio e Informatica", l'evento "cult" per gli appassionati di elettronica, componentistica per radioamatori e informatica; un appuntamento atteso ogni anno da migliaia di visitatori provenienti da tutto il sud Italia e che registra la presenza di moltissime ditte espositrici dell'intero territorio nazionale. In fiera è stato possibile trovare un'ampia varietà di hardware e software, surplus, circuiti, schede, kit d'assemblaggio, elettronica, informatica, apparati radioamatoriali, antenne, apparecchiature CB, radio d'epoca, editoria specializzata e tutto ciò che può essere utile per creare o riparare la maggior parte degli oggetti che vengono utilizzati per lavoro, per hobby o nella vita privata. L’occasione è utile non solo per approfondire aspetti tecnico/culturali ma anche come “vetrina” del nostro Istituto, anche ai fini dell’orientamento in entrata. Per l’allestimento dello stand, c’è stata la collaborazione degli assistenti tecnici, sigg. Luciano Ostuni e Domenico Nella.
All'evento, quest’anno, è stata abbinata una Mostra e una dimostrazione della Polizia di Stato sulla Sicurezza Stradale, nell’ambito della quale, sabato mattina, 10 ottobre, anche il nostro Istituto si è esibito con il nuovo prototipo di macchina elettrica EC 14, realizzato da alcuni studenti
dell’indirizzo meccanico, sotto l’efficace coordinamento del prof. Vincenzo Carlucci.
L’iniziativa è stata curata dai proff. Antonio Corbo e Angelo Mele dell’indirizzo di Elettronica ed Elettrotecnica, Coordinatori dell’evento e dal predetto prof. Vincenzo Carlucci dell’indirizzo di Meccanica, Meccatronica ed Energia.
Anche in questa occasione, lo stand riservato all’Istituto Superiore “Einstein-De Lorenzo” di Potenza sarà presidiato da alcuni studenti, scelti tra i più meritevoli per impegno e profitto, i quali parteciperanno -con grande responsabilità- all’iniziativa dovendo essere preparati a descrivere la tecnologia delle apparecchiature che la scuola porterà in esposizione (valida per i punti di merito).
Inoltre, gli alunni delle classi 3A, 3E, 3F, 3I, 3L, 3M, 3R hanno fatto visita alla fiera, nella mattinata di sabato 11 Ottobre 2015, con n. 2 bus dell’Ente Fiera.
La novità assoluta, subita accolta favorevolmente dalla nostra Preside Giovanna Sardone (attenta come non mai alla motivazione del personale, all'ottimizzazione della produttività lavorativa in termini di organizzazione scolastica verso obiettivi di qualità', efficienza,efficacia ed economicità, attraverso uno stile partecipativo e democratico) e presentata dall’I.I.S. “Einstein De Lorenzo” di Potenza che ha raccolto unanimi consensi è stato la progettazione e la realizzazione dell’“Electric Car 14”” che basa il suo funzionamento sull’utilizzo della sola energia elettrica. Si è scelta questa modalità progettuale di trazione per innovare una tecnologia già esistente, cioè l’ibrido che coniuga le potenze erogate da motore elettrico e motore endotermico. L’idea iniziale era quella di montare un solo motore elettrico che doveva trasmettere il moto sull’asse posteriore tramite un differenziale progettato e costruito dagli allievi dell’I.I.S. “Einstein – De Lorenzo” della specializzazione meccanica ma, condizionati dal fattore economico e dalla difficoltà di poter costruire un differenziale, oltre alla mancanza di tempo dovuta allo studio per gli imminenti Esami di Stato, si è semplificato il gruppo di trasmissione preferendo due motori elettrici separati e di potenza minore rispetto a quello del progetto iniziale. In definitiva ogni motore trasmette il moto a una delle due ruote posteriori tramite un semialbero con due giunti a snodo sulle estremità. La velocità di rotazione dei motori viene ridotta con un sistema a pulegge. La scelta del motore elettrico si è basata inizialmente su un’ipotesi: gli alunni hanno osservato le caratteristiche del motore elettrico che era stato montato sulla “PCR 08” (Prototipo Consumi Ridotti 2008), ovvero il primo prototipo ibrido costruito dalla scuola nell’anno scolastico 2008/09. Il motore utilizzato lavorava con una tensione di 12V, con una potenza di picco di 350 W e una velocità massima di rotazione di 2800 RPM. Si è deciso di costruire una vettura più potente, utilizzando motori costruiti dalla stessa ditta da cui era stato prodotto il motore della PCR 08. La scelta è ricaduta su due motori elettrici con potenza di picco di 580 W, velocità massima di rotazione di 2500 RPM, coppia motrice massima di 2,2 Nm. Il sistema sfrutta una tensione di 24V. Sono stati eseguiti dei calcoli per verificare la probabile velocità che la macchina avrebbe avuto montando questa coppia di motori ed è stato effettuato un dimensionamento di massima della coppia di pulegge. La velocità massima ipotizzata è di circa 50 km/h. Il sistema elettrico è alimentato da due batterie al gel da 80Ah con tensione di 12V ciascuna, collegate in serie per ottenere una tensione di 24V. La questione dell’autonomia di marcia della vettura, una volta posta in esercizio, è stata molto importante e ha richiesto lo studio di molte caratteristiche che gli studenti della specializzazione Meccanica spesso non trattano nelle materie curriculari. Quindi, sono state effettuate accurate ricerche sui tempi di ricarica e scarica delle batterie, sulle potenze assorbite dall’intero sistema elettrico e anche sulle potenze erogabili tramite pannelli fotovoltaici. Data l’impossibilità di ricoprire l’intero assorbimento di corrente dei motori, si è deciso di montare un sistema di ricarica per le batterie direttamente sul mezzo. Si è presa in considerazione l’idea di un alternatore, o meglio di una dinamo, poiché la corrente in uscita è continua per evitare la necessità d’installazione di un inverter: su consiglio di alcuni tecnici della casa costruttrice dei motori elettrici, la “Elip Tagliente” per cui sono state scelte due dinamo da 1000 W a 12V, collegate sulle due ruote posteriori tramite un sistema a frizione (necessario poiché in curva le due ruote non gireranno alla stessa velocità).
Molto importante per gli allievi è stato il corso tenuto nell’Aula Magna del nostro Istituto dal Professore Antonio D’Angola, docente della Scuola di Ingegneria dell’UNIBAS. Era prevista l’installazione di un pannello fotovoltaico non montato per il mancato arrivo dello stesso. Grazie al contributo del Professore gli allievi hanno capito quali sono le reali potenzialità dei pannelli fotovoltaici. Riassumendo:
1) abbiamo un sistema elettrico che lavora in corrente continua con una tensione pari a 24V;
2) la trazione è affidata a due motori elettrici da 680W, coppia motrice massima di 2,2 Nm e velocità di rotazione ipotizzabile di 2600 RPM;
3) i motori verranno posti in funzionamento da un regolatore, con azionamento a pedale, che opera con una corrente massima di 60A (di poco superabile all’atto della partenza della vettura);
4) l’alimentazione è garantita da due batterie al gel che erogano 80Ah a 12V, collegate in serie per ottenere una tensione di 24V;
5) l’autonomia è garantita da due dinamo 12 V con produttività di 1 kW.
Infine, l’intero impianto è controllato da amperometri e voltmetri posti sul cruscotto della vettura.




 

<--indietro  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72  73  74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121  avanti--> ]

 
 radioitigeo.it

 
 
 Orientamento in entrata

Iscrizioni A.S. 2021-22
 
 
 Amministrazione Trasparente
Fino al 22/01/2020
Dal 23/01/2020
Piano Triennale Prevenzione Corruzione
Criteri Valorizzazione Docenti
Codice di Comportamento
Codice Disciplinare
Graduatorie d'Istituto
 
 
 ALBO
Albo Pretorio
Albo Istituto
Esami di Stato
Privacy
Sicurezza nella scuola
Avvisi e circolari
Albo Sindacale
Delibere Organi Collegiali
Modulistica
 
 
 COVID 19
Normativa COVID 19
 
 
 PTOF E REGOLAMENTI
Atto di indirizzo 20/21-20/22
PTOF e PdM 2020/21
NAVIGA IL PTOF
Curricolo di Istituto
RAV 2019-2022
CARTA DEI SERVIZI
Regolamento di Ist. con DDI
Nuovo reg. attività negoziali
DPR 62/2013
PTTI PianoTriennaleTrasparenza
Regolamento Albo Pretorio
Regolamento viaggi di istruzio
PTOF 2019 2020
Patto di corresponsabilità
Piano Annuale per l'Inclusione
Reg. OO.CC. in mod. telematica
 
 
 Rendicontazione Sociale
Rendicontazione sociale
Risultati legati all'autovalut
Obiettivi formativi
 
 
 VALORIZZAZIONE MERITO DOCENTI

icona

ASSEGNAZIONE BONUS
 
 
 La buona SCUOLA

Dirette e Social
Il rapporto
I dibattiti
Campagna di ascolto
 
 
 Didattica
INVALSI
Siti di interesse didattico
I libri di testo
 
 
 Biblioteca

 
 
 Varie
Assicurazione
Le News
 
 
 Spazio Studenti
Discussioni, idee... e altro
Spazio rappresentanti
 
 
 ATTIVITÀ DELL'IIS
Anno scolastico 2020/21
Anno scolastico 2019/20
Anno scolastico 2018/19
Anno Scolastico 2017/18
Anni scolastici precedenti
 
 
 Museo della Comunicazione

 
 
 Progetto: ebrei internati in Basilicata

 
 





Privacy         Note Legali         Accessibilità  Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!

  tel. 0971.444489  fax 0971.444489    C.F.: 96068000767
Codice meccanografico: PZIS022008    Codice Univoco per fatturazione: UFHM9R
email: pzis022008@istruzione.it     email certificata: pzis022008@pec.istruzione.it

Home | Area DS | Area studenti | Area genitori | Area docenti | Area ATA |Amministratore

 © Copyright 2015 InteractiveSchool 

Interactive School è un marchio registrato by Rocco De Stefano