sito web ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE  'Einstein - De Lorenzo'  POTENZA - Via Sicilia, 4  - 85100 Potenza - www.itigeopz.edu.it
  in connessione: 5
  totale visitatori: 5159625

SI RACCOMANDA AL PERSONALE DELLA SCUOLA DI VISIONARE QUOTIDIANAMENTE IL SITO PER GLI AVVISI DI PERTINENZA     -

sabato  
19 giugno 2021  

     

 
 Home
Contatti e Recapiti
La ns. Piattaforma Didattica
Webmail Aruba
 
 
 Info Generali
Il Consiglio d'Istituto
Il Dirigente Scolastico
Il corpo docente
Il personale ATA
Giornale d'istituto
Contatti e recapiti
Elenco Siti Tematici
 
 
 EVENTI

 
 
 Progetto Premio Asimov

 
 
 Progetto SERVICE
''Scuola - Rotary Torre Guevara''
 
 
 PON 2014-2020

LABORATORI PROFESSIONALIZZANTI
SMART CLASS
Sussidi Didattici
Apprendimento e socialità - avviso 9707
Laboratori FESR B1
Laboratori FESR B2
Laboratori FSC B1
Laboratori FSC B2
Pon Inclusione sociale e Lotta al disagio
Percorsi per adulti e giovani adulti
Potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro
Ambienti digitali
Rete LAN-WLAN
 
 
 Progetto didattico Unesco

La rete delle scuole Unesco
 
 
 Area dirigente
 
 
 Area docenti
 
 
 Area ATA
 
 
 Scuolanext

 
 
 Pago online

Istruzione per le famiglie
 
 
 Test Center ECDL
Avvisi
 
 
 Attività Sportive
Avvisi e informazioni
 
 
 SEDE via SICILIA
I docenti
Galleria fotografica
 
 
 SEDE via R.DANZI
I docenti
Galleria fotografica
 
 
 I volti del Novecento

Il progetto
Calendario 2ª annualità
Documenti e articoli
 
 
 Alternanza Scuola-Lavoro
Info e comunicazioni
Lavori prodotti
 
 
 Orientamento in uscita

Informazioni e comunicazioni
 
 
 ERASMUS +
Web 2.0 tools in education
Hands ON Minds ON
E-Commerce For START-UPS
Self Trust in using Technology
Human Eco-Friendly low level energy
 
 

Il giornale d'istituto...



sommario





Gli alunni I.I.S.



pubblicato da
CORBO Antonio
(C270 - LABORATORIO DI ELETTROTECNICA) 
09/03/2015 17:38:11

Gli alunni del nostro Istituto in Confindustria Basilicata per la LUISS Summer School

Oggi pomeriggio, alle ore 15 presso la sede della Confindustria Basilicata, si è tenuta una conferenza (orientamento in uscita) sulla situazione del mercato del lavoro in Basilicata e in Italia.
Gli alunni del nostro Istituto D’ Istruzione Superiore “Einstein De Lorenzo” accompagnati dai docenti prof. Vincenzo Carlucci, Donato Matera e Antonio Corbo sono stati sottoposti a un Test per poter essere selezionati per il seguente premio: una settimana gratuita alla Luiss University di Roma. Comprendere in tempo, o meglio ancora in anticipo, le proprie capacità e i propri talenti grazie ad un serio percorso di orientamento - sia attraverso le tradizionali attività promosse dagli Istituti Superiori e dalle università durante l’anno, sia attraverso le scuole di orientamento durante il periodo estivo - è fondamentale per evitare di intraprendere percorsi di studio sbagliati e conseguenti perdite di tempo.
In linea con questo principio la LUISS, già da alcuni anni, propone la LUISS Summer School, scuola di orientamento estiva rivolta a studenti degli ultimi anni delle Scuole Superiori, che consente di vivere appieno una settimana di università, seguendo lezioni universitarie e preparandosi ai test di ammissione.
Dall’edizione 2015 sarà inoltre possibile scegliere, fin dal III anno di scuola secondaria superiore: il percorso biennale per giovani di talento, istituito con l’obiettivo di permettere a studenti con elevato rendimento scolastico di accedere alla LUISS senza bisogno di effettuare il test di ammissione canonico.
Se noi non investiamo di più per migliorare la qualità dell'istruzione tecnica, ne saranno vantaggiati soprattutto i nostri giovani.
Il progetto Reti-Scuola–Impresa si propone di effettuare un monitoraggio delle collaborazioni scuola-impresa esistenti a livello nazionale per mettere a sistema le buone pratiche presenti sul territorio, condividendole tra le Associazioni Confindustriali e le Istituzioni competenti: e la nostra scuola è una di queste!.







MARIA ROSARIA DE VIVO E GIORGIA BENUSIGLIO



pubblicato da
CORBO Antonio
(C270 - LABORATORIO DI ELETTROTECNICA) 
25/02/2015 15:21:36

E allora... Vuoi trasgredire? Non farti! Non ne vale proprio la pena!!!

Incontro dibattito con GIORGIA BENUSIGLIO, autrice del libro “VUOI TRASGREDIRE? NON FARTI” promosso dalla Inner Wheel di Potenza (la cui Presidente è una docente di questa scuola, la prof.ssa Maria Rosaria De Vivo)
Questa volta sono stati autorizzati a partecipare all’incontro che si è svolto, stamane, nell’Aula Quadrifoglio dell’Università della Basilicata al rione Francioso, i due studenti eletti referenti dell’Educazione Stradale di tutte le classi ed un solo studente eletto referente della Salute e Solidarietà (La scelta è ricaduta su quello che ha conseguito la media migliore al 1° Quadrimestre).
Giorgia Benusiglio è una ragazza nata a Milano nel 1982, diplomata in lingue e prossima alla laurea in Scienze della Formazione Primaria all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Esattamente 14 anni fa, il 16 ottobre 1999, all’età di 17 anni, durante una serata in discoteca, Giorgia prende mezza pasticca di ecstasy. Che sarà mai, pensa, e invece no. Quella pasticca le è quasi fatale. Sarebbe morta a causa di un’epatite fulminante se non avesse trovato un donatore di fegato e, miracolosamente, quel donatore arriva: è Alessandra (a cui è dedicato il libro), una ragazza di Ancona, di due anni più grande, che muore in un sabato sera come tanti in un incidente stradale.
"Vuoi trasgredire? Non farti!" è una storia vera, la vicenda di un percorso terribile, che ha reso Giorgia una ragazza più forte con tanta voglia di raccontare la sua storia per evitare che giovani come lei commettano lo stesso sbaglio e si rovinino la vita.
Il libro racconta la storia sotto diversi punti di vista:
di Giorgia,
dei genitori
e del Dott. Andrea De Gasperi.
Che dire, si tratta di pagine molto forti. I ricordi di quella che all’epoca era più che una ragazzina sono dolorosi ed esprimono tutta la sofferenza di una situazione protrattasi per mesi, con importanti ripercussioni sotto il profilo psicologico. Racconta Giorgia "Sono arrivata a pensare di non volere più vivere. Dalla finestra della mia stanza vedevo la punta degli alberi. Ero attaccata alle macchine. Se mi muovevo o facevo gesti strani o inconsulti suonava una specie di allarme e arrivavano i medici a risistemarmi. Naturalmente non riuscivo a rialzarmi. Quindi il mio unico pensiero era: voglio morire ma non ci riesco. Guardavo quella finestra e volevo buttarmi giù. Poi è arrivata la mamma, ha cercato di tranquillizzarmi. Mi ha dato un minuscolo cioccolatino. Sembra una stupidaggine, ma mi è servito moltissimo. Dopo tanto dolore non sapevo più cosa fosse il piacere. Ne avevo perso la nozione. Quel piccolo dolce me lo ha fatto riassaporare. Nel momento in cui ho provato di nuovo qualcosa di buono, ho capito che nella vita valeva la pena di lottare, di andare avanti. Ho ripreso fiducia in me stessa, nelle mie capacità e nella mia forza di volontà. E non ho più pensato al suicidio. Anzi, a volercela fare in tutto e per tutto".
Lo stesso momento è raccontato dalla sua mamma: "Piangeva e mi diceva molto seriamente che non ce la faceva più. E che voleva morire. Non so perché, ho preso un Kinder e gliel’ho dato. L’ha assaporato, e per fortuna è passato tutto. Forse quel piccolo piacere l’ha riconciliata con la vita. Salvata da un Kinder Ferrero".
Forse no. Salvata semplicemente dall’intuizione di una madre, lacerata nel vedere la propria figlia inchiodata per mesi ad un letto ed impotente. Questo è un estratto forte, ma è il pezzo più toccante, perché è la dimostrazione che un piccolo gesto, un qualcosa di apparentemente insignificante può salvarci. E’ per questo che una storia così carica di dolore diventa un inno alla vita: Giorgia rappresenta un "bruco divenuto farfalla" in uno dei più violenti dei modi, ma che l’ha resa oggi una ragazza consapevole, forte, amante di quella vita, che stava per sfuggirle...
Giorgia oggi si reca nelle scuole elementari e medie per raccontare questa storia e sensibilizzare i giovani su tematiche spesso taciute o affrontate in modo superficiale con la speranza che le persone non considerino Giorgia una "sfigata" che "solo" per mezza pasticca si è rovinata la vita.
D’altra parte come spiega il Dott. Andrea De Gasperi, primario del secondo servizio di anestesia dell’Ospedale di Niguarda di Milano: "Basta una piccola dose per creare un disastro. E non è sfiga. Ma una reazione che l’organismo può avere. Fortunatamente non necessariamente, perché altrimenti avremmo disastri, catastrofi, un’ecatombe. Però può essere. E il può non lo decidiamo noi (...). Può arrivare al cervello, al cuore, ai muscoli, al fegato eccetera (...) si può morirne, come è capitato ai due ragazzi la notte che Giorgia è stata trapiantata".
Come di consueto, gli allievi dovranno relazionare per iscritto la loro esperienza, in modo da condividerla con i compagni di classe alla prima occasione utile (durante i cambi dell’ora, in assenza del docente, oppure nell’assemblea di classe, etc.). Quelli meritevoli, previa verifica di un docente del Consiglio di Classe (scelto a rotazione tra i componenti delle varie discipline) conseguiranno il punto di merito previsto dal Progetto “Voglio crescere in una scuola Amica”, assegnato dall’insegnante che ha valutato la relazione.
Gli studenti hanno assunto un comportamento adeguato alla circostanza, per rendere ogni attimo dell’esperienza formativa, una valida ricaduta culturale sulle competenze in fieri.






 

<--indietro  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76   77   78   79   80   81   82   83   84   85   86   87  88  89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121  avanti--> ]

 
 radioitigeo.it

 
 
 Orientamento in entrata

Iscrizioni A.S. 2021-22
 
 
 Amministrazione Trasparente
Fino al 22/01/2020
Dal 23/01/2020
Piano Triennale Prevenzione Corruzione
Criteri Valorizzazione Docenti
Codice di Comportamento
Codice Disciplinare
Graduatorie d'Istituto
 
 
 ALBO
Albo Pretorio
Albo Istituto
Esami di Stato
Privacy
Sicurezza nella scuola
Avvisi e circolari
Albo Sindacale
Delibere Organi Collegiali
Modulistica
 
 
 COVID 19
Normativa COVID 19
 
 
 PTOF E REGOLAMENTI
Atto di indirizzo 20/21-20/22
PTOF e PdM 2020/21
NAVIGA IL PTOF
Curricolo di Istituto
RAV 2019-2022
CARTA DEI SERVIZI
Regolamento di Ist. con DDI
Nuovo reg. attività negoziali
DPR 62/2013
PTTI PianoTriennaleTrasparenza
Regolamento Albo Pretorio
Regolamento viaggi di istruzio
PTOF 2019 2020
Patto di corresponsabilità
Piano Annuale per l'Inclusione
Reg. OO.CC. in mod. telematica
 
 
 Rendicontazione Sociale
Rendicontazione sociale
Risultati legati all'autovalut
Obiettivi formativi
 
 
 VALORIZZAZIONE MERITO DOCENTI

icona

ASSEGNAZIONE BONUS
 
 
 La buona SCUOLA

Dirette e Social
Il rapporto
I dibattiti
Campagna di ascolto
 
 
 Didattica
INVALSI
Siti di interesse didattico
I libri di testo
 
 
 Biblioteca

 
 
 Varie
Assicurazione
Le News
 
 
 Spazio Studenti
Discussioni, idee... e altro
Spazio rappresentanti
 
 
 ATTIVITÀ DELL'IIS
Anno scolastico 2020/21
Anno scolastico 2019/20
Anno scolastico 2018/19
Anno Scolastico 2017/18
Anni scolastici precedenti
 
 
 Museo della Comunicazione

 
 
 Progetto: ebrei internati in Basilicata

 
 





Privacy         Note Legali         Accessibilità  Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!

  tel. 0971.444489  fax 0971.444489    C.F.: 96068000767
Codice meccanografico: PZIS022008    Codice Univoco per fatturazione: UFHM9R
email: pzis022008@istruzione.it     email certificata: pzis022008@pec.istruzione.it

Home | Area DS | Area studenti | Area genitori | Area docenti | Area ATA |Amministratore

 © Copyright 2015 InteractiveSchool 

Interactive School è un marchio registrato by Rocco De Stefano